Il testo del Decreto legge in materia fiscale stilato dal Governo – che deve essere ancora firmato Presidente della Repubblica – presenta degli elementi discordanti rispetto a quanto promesso negli ultimi mesi: rinuncia alla flat tax, al taglio delle accise sulla benzina e ad un vero condono; estensione del reddito di cittadinanza anche a rom e a stranieri; l’ interruzione dell’iter per il blocco della costruzione del Trans Adriatic Pipeline (TAP) – il Gasdotto Trans-Adriatico che collegherà l’Azerbaijan all’Italia permettendo l’afflusso di gas naturale  in Italia ed in Europa.

A detta di molti il dietrofront sarebbe dovuto da una crisi instauratasi tra la Lega e i Cinque Stelle.

Inoltre, nella serata di ieri 17 Ottobre, il Vicepremier Luigi di Maio ha fatto sapere, tramite un post sul social Facebook – subito contestato poichè ritenuto un bluff – che al Colle sarebbe giunto un testo del Decreto fiscale manipolato all’art. 9 – parte che tratta della pace fiscale – e che nella giornata di oggi ha intenzione di denunciare il fatto alla Procura della Repubblica.

Una risposta a "Aria di crisi tra Salvini e Di Maio: ecco perché…"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...